Benvenuti e Accomodatevi!

Benvenuti nel mio blog!!!

Si può rendere speciale un giorno che sembra uguale a tutti gli altri!?!?

Si può parlare di routine quotidiana?!?!?

Voglio tenere un piccolo diario delle mie giornate proprio per capire quanto un giorno possa regalarmi dei momenti impagabili…..è vero che tutto scorre ma che bello che sia così!!!L’importante è essere pronti a catturare ogni prezioso momento che può essere un sorriso, una telefonata, una mail e tutto quello che molti mettono nella categoria “tran tran quotidiano”!

Se vi va poi di scrivermi mi potrete trovare all’indirizzo virtuale solitamente74@libero.it io vi aspetto!

Annunci

Alla fine … mi basto io!

C’era questo articolo tra le poche bozze che avevo lasciato appese mesi e mesi fa …

Titolo stranissimo che non ricordo a cosa avevo legato, ma che rileggendo mi restituisce un concetto che ancora oggi mi aiuta ad andare avanti nei giorni un pò “spenti”.

Sono abituata a fare le cose così autonomamente che alla fine, per spronarmi, mi dico “Si! … alla fine mi basto io!” quasi come a chiudere con un bello scacco matto una partita cominciata da mesi o anni con il quotidiano.

In realtà non è poi così vero anche se mi piace molto l’idea di avere la felicità nelle mie tasche e non legata alla presenza di una o più persone.

Sono grata perché sono circondata da tantissime persone amiche, conoscenti o che fanno parte della mia vita lavorativa e con cui scambiare battute, fare due chiacchiere e ridere, ma alla fine della giornata si è soli con se stessi e se non si sta bene .. beh sono guai!

Sono mamma e lavoratrice quindi i momenti di “solitudine” sono così pochi da essere desiderati … ma qualora riesco a strappare anche pochi minuti … beh “alla fine mi basto io!

Non so se sono tornata su questo blog, ma oggi sono qui 🙂

La stanza dei sogni

Walt Disney faceva entrare i suoi collaboratori in una stanza che chiamava “dei sogni”, li’ tutti potevano creare cose anche impossibili ma nessuno doveva mettere freno alla loro immaginazione dicendo “e’ impossibile”.

Per una razionale come me il cui spirito libero rimane, nella maggiorparte del tempo, ancorato a terra … non e’ cosi’ facile pensare senza che la logica poi non metta freno all’ immaginazione piu’ spinta.

Eppure sarebbe bello avere un posto dove sognare ad occhi aperti, un posto dove tutto e’ realizzabile perche’ nulla e’ impossibile … il paese delle meraviglie di Alice per intenderci!

Oppure un posto del cuore dove si puo’ entrare da soli in punta di piedi o accompagnati da una colonna sonora spingendo solo la porta d’ingresso il cui indirizzo preciso e’ noto solo a noi …

Me lo dico spesso di sognare perche’ in quel mondo si puo’ riprendere fiato, ricaricarsi, sorridere o essere beati!!!

Sognate gente, sognate!!

Naturale …

Quando la mattina entro in cucina e mi siedo a fare colazione, il mio sguardo si posa sempre sulle piante del balcone dove tra tutte ce ne e’ una che, nonostante le mie poche cure, continua a regalarmi fioriture inaspettate durante l’anno per poi spogliarsi di tutte le foglie riaddormentarsi e risvegliarsi piu’ bella di prima.
Oggi si sta aprendo il primo fiore di questo periodo. Lo stesso che regalo a voi di passaggio qui … perche’ possiate gustare di questo momento unico che la Natura mi/ci dona gratuitamente!
Buona fioritura 😉

image

Consapevolezza

Oggi la mia felicita’ e’ sentirmi bene!

Puo’ sembrare strano, ma non do per scontate tante cose quotidiane … come lo stare bene in una giornata di sole dopo aver passato la giornata precedente con un forte mal di testa che mi ha costretta a tornare a casa nel primo pomeriggio.

Cosi’ come gia’ pregusto la gioia di veder terminato il tratto di autostrada della SA-RC che l’Anas sta bitumando da gia’ circa una ventina di giorni e che costringe pendolari come me a marciare a senso alternato ad una velocita’ ridotta per il traffico mattutino di andata e pomeridiano di ritorno.

Si puo’ essere felici di piccole cose solo se si prende consapevolezza del fatto che ogni cosa di cui godiamo non e’ dovuta. Tutto puo’ cambiare e non sempre in meglio … Ed allora perche’ non gioire di una bella giornata succeduta ad una uggiosa e un po’ cupa?! Sembra poco?!

Perche’ non essere contenti di una chiacchierata al cellulare con una persona amica che non si sente da tanto?!

Perche’ non essere felici oggi di quello che si ha e che non e’ poco ….

 

E’ arrivato l’autunno con qualcosa in più ….

L’ho atteso tanto ed alla fine è arrivato un autunno freddo che mi ha già visitata con un pò di raffreddore e mal di gola che sto curando a suon di tisana home made a base di zenzero, limone e miele.

Ricetta da cui prendo spunto:

Per preparare la tisana con zenzero, limone e miele per combattere raffreddore, tosse e stanchezza eccessiva, procuratevi una radice di zenzero e un limone biologico: sbucciate tre centimetri di radice di zenzero, tagliatela a fette sottili e sistematela in un pentolino insieme alla buccia grattugiata del limone. Aggiungete circa 300 millilitri di acqua e portate a bollore. Lasciate bollire per circa quindici minuti, dopodiché togliete dal fuoco e fate raffreddare. Quando il decotto sarà tiepido, filtrate e unite il succo di limone spremuto e un cucchiaio di miele. Consumate una o due tazze al giorno di questa tisana per prevenire o alleviare i sintomi influenzali.

La sera sul divano prima di dormire ormai è diventata la mia alleata per il momento del relax oltre che per difendermi dagli acciacchi ultimi.

E così a breve voglio riprendere anche a leggere qualche buon libro come facevo qualche mese fa. Ho una bella lista lunga lunga da cui attingere ma prima di ogni cosa devo rispolverare la voglia di leggere!!!!

La forza …

Negli ultimi anni (ebbene si .. sto “invecchiando”!) ho imparato che la vera forza non sta nell’intervenire d’impeto ma darsi il tempo di riflettere e capire quale strada intraprendere in modo intelligente così da non pentirsi.

Ci sono momenti in cui la mia indole interventista prende il sopravvento su tutto …. ma concedetemelo … succede di solito quando sono stanca!

Ai tempi della scuola media ci fecero vedere un film sulla vita del Mahatma Gandhi che mi è tornato in mente mentre leggevo un post commovente su una mamma che aveva scelto la determinazione della “non violenza” per riprendersi la sua vita e prepararne una nuova per i suoi figli.

E pensavo che la violenza non è solo quella fisica ma è anche quella che tende a mortificare chi si vuole annientare.

Chi subisce soprusi riesce ad uscirne solo se reagisce con forza interna senza reagire fisicamente perché, come diceva Gandhi, la violenza crea altra violenza che non risolve lo scontro ma lo inasprisce.

E così oggi mi ritrovo in quella filosofia del vivere con fermezza e pazienza in attesa che le situazioni si sbroglino laddove sono state originate.

Tutto ha un inizio ed una fine … ed io aspetto che il ciclo di vita delle cose così come è iniziato finisca (bene :)!).

Buona giornata!

E poi … ci sono io

Dopo una lunga giornata piena di impegni, attività lavorative e familiari, quando la casa è silenziosa con i bambini che chi prima chi poi hanno abbandonato il campo di battaglia … è allora che “arrivo io”.

Ed è allora che mi accomodo sul divano libero (e sottolineo libero) giusto per ritagliarmi un pò di tempo per fare quello che mi può rilassare … e sempre nell’ottica di piccole cose: leggo qualche post, sbircio su Fb o guardo un pò di tv o saluto in chat qualche amica/o.

Sono dei minuti che hanno l’effetto su me di una camera di decompressione 🙂 e riprendo un pò di fiato.

Prima o poi riprenderò ad essere più presente anche nel mondo dei blog che mi piaceva leggere e commentare ma che ho trascurato tantissimo!!!!

Ma io non ho fretta e riprendo a scrivere e scrivervi anche di attimi di vita quotidiana semplice e di pensieri veloci fatti di poche righe come questo post.

Così come non lascerò la palestra che, nonostante la fatica di incastrare tante cose, mi sta restituendo una bella intesa tra mente e corpo.

E quindi nuovo motto della settimana: “che io sia!”