Cosa dolce casa…..


Il mio allenamento nel riuscire a trovare qualcosa di insolito nel “solito”, si è fermato giusto nel week end…ma ora devo riprendere altrimenti, come succede quando si va in palestra e non si segue il percorso intrapreso, si perde il ritmo :).

Una cosa a cui sto pensando da più tempo è quella di poter vivere di più casa mia e soprattutto la mia cucina. Sarà che si sta avvicinando Natale il periodo in cui ti immagini attorno ad un caminetto scoppiettante con un bel albero tutto illuminato a festa e la famiglia riunita a giocare o a chiacchierare insieme, mentre si aspetta che il campanello della porta suoni annunciando l’arrivo di altri amici tutti infagottati per il freddo che rimarrà fuori casa!!  E’ proprio scrivendo che mi sono venuti in mente i “Natali” passati dai miei nonni materni, quando il mio posto al caminetto era intoccabile e guardando proprio i ceppi di legno scoppiettanti, notavo delle belle fette di pane messe in prima fila davanti al fuoco e pronte per essere irrorate da un filo d’olio di oliva e sale. Per non parlare delle dormite (ma questo succedeva quando ero una bambina) fatte dopo pranzo in braccio alla mia bisnonna mentre in sottofondo sentivo le voci di mia madre piuttosto che quelli di mia nonna che mi cullavano fino ad addormentarmi e che ritrovavo poi al mio risveglio.

Lo so tutto questo accadeva tanto tempo fa e non più nei nostri appartamenti dotati degli ultimi termoconvettori automatici che in autonomia tengono l’ambiente alla stessa temperatura senza grandi sforzi da parte nostra!!! Ma è proprio per questo che vorrei ritrovare quel calore, quella sensazione di casa per poterla trasferire a mia figlia proprio come hanno fatto i miei nonni e i miei genitori tempo fa.

Ma come si fa!? Beh pensavo di cominciare dalla cucina, come dicevo all’inizio di questa pagina di diario, e riprendere magari a fare i biscotti da usare come decorazione dell’albero coinvolgendo la mia piccola peste nella preparazione. Anzi se qualcuno/a di voi che mi leggerà mi può aiutare proponendomi qualche ricetta tradizionale mi renderà veramente felice! 

Poi continuerei volendo fare il pane fatto in casa. Altro argomento questo tornato in auge oggi con questa crisi economica che sta mettendo a dura prova il menage (si scrive così!?!?) familiare italiano….ma questa è tutt’altra storia da cui però potrei trarre qualche ottimo spunto per ripescare qualche altro ricordo delle mie nonne e poter riciclare quegli oggetti che oggi vedo solo come cose da buttare!

Annunci

One thought on “Cosa dolce casa…..

  1. a prposito di questo, per il pane fatto in casa, c’e’ una macchina che costa solo 65€ al mediaworld della princeps che fa un pane buonissimo e lo cuoce anche tempo: 3 ore per tutto.
    prova ad informarti. me ne’ ha parlato un mio collega che la usa da due anni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...