il gas …


Il titolo può fuorviare ma in realtà sto per parlarvi dei Gruppi di Acquisto Solidale (GAS) che ho scoperto qualche anno fa quando dei nostri amici di famiglia ci hanno regalato a Natale una scatola molto particolare ed originale di prodotti equosolidali.
In un mondo che parla una lingua “globalizzata” in cui si tenta in tutti i modi, a parer mio, di dividere piuttosto che coalizzare i consumatori, ho incontrato questa bella rete di persone che si organizzano e fanno anche della Solidarietà un punto di forza!
Dal manifesto dei GAS leggo :
I GAS nascono da una riflessione sulla necessità di un cambiamento profondo del nostro stile di vita. Come tutte le esperienze di consumo critico, anche questa vuole immettere una «domanda di eticità» nel mercato, per indirizzarlo verso un’economia che metta al centro le persone e le relazioni.
Mi piacciono molto questi concetti soprattutto il fatto di focalizzare l’attenzione sulle persone e sulle relazioni tra di esse.
Proprio lunedì mattina (giorno in cui noi colleghi ci sentiamo più vicini tra di noi visto che si deve iniziare una bella settimana lavorativa dopo un fine settimana troppo veloce a passare!) si parlava della possibilità di prenotare da un gruppo GAS della mia zona una cassetta biologica.
In parole povere, grazie anche alla tecnologia usata nel migliore dei modi, ci si può iscrivere ad una mailing-list ed entrare in una rete del genere come consumatore o come produttore locale senza grandi sforzi. Io ne sto facendo parte, da pochissimo tempo, come consumatrice! Ogni giovedì mattina arriverà una mail con la lista della spesa ed in più la possibilità di prenotare una cassetta di verdure, frutta e/o prodotti tipici (questa varietà è dettata da chi si propone come produttore e soprattutto dalla stagionalità dei prodotti) ad un costo che si aggira intorno ai cinque euro (anche il prezzo varia in base alla zona in cui il GAS opera!).
Non vedo l’ora di andare sabato mattina a ritirare questa bella cassetta in cui potrò testare finalmente dei prodotti locali e fuori dalla industrializzazione attuale di ogni cosa!!!
Informatevi sul GAS vicino a voi … conviene al vostro portafoglio ma anche e soprattutto alla vostra salute.
Mi è piaciuta molto la frase di un amico che ha commentato la freschezza della verdura acquistata dicendo “la bietola ancora respirava” 🙂 🙂 🙂 🙂 …ha convinto anche voi!??!?
Buona spesa solidale!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...