lavorando di fantasia …


Immaginatevi davanti ad un foglio bianco con matite o pennarelli colorati sparsi sul tavolo…cosa sareste in grado di fare?! Bene questi (ed altri) sono gli strumenti fondamentali di chi come Simona Sanfilippo, 33 anni fa di mestiere l’illustratrice e che ha messo il suo mondo nel suo blog.

Lasciando a lei il compito di dare una definizione a questa professione leggo “questo lavoro è una passione e quindi rappresenta me stessa. Credo che non sia solo una parte della mia vita ma la vita stessa, anche perchè impegna grandissima parte del mio tempo” e mi racconta che rappresenta la sua essenza e ciò che è lei. In questi casi “le alienazioni si annullano e le difficoltà e i pesi vengono compensati dalle soddisfazioni“.

Ha uno studio tutto suo dove lavorare nelle ore più disparate del giorno o durante le feste o nei giorni che altri definiscono vacanze :). A questo punto la mia curiosità tenta di accompagnarla mentre apre la porta del suo angolo lavorativo e le chiedo cosa attira la sua attenzione e le lascio campo aperto 🙂 “se entro per sistemare non so mai da dove iniziare ,data la grande quantità di cose che ci sono, poichè ho tanti hobby. Se invece entro per lavorare la mia attenzione è attratta dai progetti che attendono sul tavolo da disegno. Il mio studio è pieno di colori e immagini che amo, di oggetti che mi fanno compagnia e raccontano di amicizie lontane o affetti. Sono circondata da un sacco di dettagli fra i quali la vista scorre e il pensiero si posa ,a volte per concentrare l’attenzione, altre volte per riposare la mente. Foglietti con indirizzi , testi di canzoni, bozzetti per progetti che un giorno cresceranno ,draghi che pendono dal soffitto o regalini degli amici, tutto questo attira sempre la mia attenzione, a seconda del mio umore“.

Anche con le parole disegna così come con le sue matite colorate che l’accolgono già appena alzata “al profumo del caffelatte” fino ad arrivare a sera ed è tutto un defluire di disegni di “draghi, uccelli giganti, un tuffo sott’acqua oppure nella pancia di un vulcano, penne, libri, scarpe, animali, case ,orsi parlanti o Cappuccetti Rossi che incontrano lupi“. Leggere le sue risposte è come entrare in una favola mai letta o raccontata dove anche i personaggi più “antipatici” riescono a farsi sentire “mentre li disegno intenti in qualche tavola“. E giusto perchè è Natale e non c’è festa più azzeccata per chiedere e fare dei sogni riesco a farle scrivere uno stralcio della letterina di Natale “chiederò dei libri e qualche regalino personale. Vorrei delle matite colorate nuove :). E ovviamente chiederò al signore panciuto di vegliare sulla mia famiglia d’origine perchè è davvero quel che di meglio io potessi avere“.
Simona semplicemente … sogni d’oro!!!! 🙂

Annunci

3 thoughts on “lavorando di fantasia …

  1. Pingback: Tanto tempo fa … « solitaMente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...