un luogo ed un’emozione …


Ormai il mio Amore spassionato per la città eterna è manifesto a tutti … quindi non mi soffermo oltre e vi racconto un’emozione grande che un luogo visitato la scorsa domenica mi ha lasciato nell’anima.
E’ domenica mattina ed il programma è andare a sentire la messa nella Basilica di San Paolo Fuori le mura per poi far giocare la PPDC nel grande parco all’aperto lì vicino (l’obiettivo finale sono i giochi per bambini con scivoli, altalene ed il non plus ultra per la PPDC che non vede l’ora di scatenarsi e provarli tutti!).
Dopo esserci organizzati con tanto di cartina stradale per l’andata ma soprattutto per il ritorno (sfido chiunque non sia pratico di alcune zone di Roma a muoversi senza punti di riferimenti certi!) ci avviamo verso la meta. Parcheggiamo quasi vicino all’ingresso laterale della basilica e ci avviciniamo sempre di più alla meta 🙂 .
Alle 10:30 ci aspetta la messa con canti gregoriani e quindi ci affrettiamo ad essere puntuali ma vista la nostra fretta arriviamo con un buon anticipo e quindi abbiamo il tempo per visitare l’interno della Basilica e i mosaici e il soffitto a cassettoni. Insomma abbiamo il tempo per sentirci piccolissimi in un luogo bello a vedersi ma così denso di volti e storie passate e recenti (ci sono gli ovali in mosaico di tutti i papi fino a quello attuale di Benedetto XVI illuminato dalla luce di un faretto dedicato … naturalmente in penombra guardo anche quello precedente di Papa Wojtyla legato ad una fase importante della mia vita da “ragazza”!) e che nonostante tutto mi fa sentire “a casa”.
Prendiamo posto fra i banchi e giunta l’ora arriva una processione lenta e incensata dove, a corona del sacerdote che amministrerà la messa, ci sono i frati che prenderanno posto alla sinistra dell’altare vicino l’organo che già suona il canto d’ingresso. A corredo dei frati c’è anche, qualche banco più avanti, il coro di persone “come noi” che dedicano del loro tempo per cantare inni bellissimi.
E’ tutto emozionante per me e la mia famiglia. Sopra l’altare a guardarci c’è Gesù con a lato i Santi Luca, Paolo, Pietro e Andrea ognuno con un ruolo ed un significato particolare! I gesti lenti e rituali dei ministri rendono solenne tutta la messa. Ogni azione ha un significato ed io non voglio perdermi nemmeno un secondo di tutto.
La PPDC dopo un bel pò di tempo cede e mi dice all’orecchio “mamma sono stanca!Andiamocene a casa!” ed allora devo tenerla occupata ed in braccio cercando di cullarla. Non ci crederete ma in quella posizione ha cominciato a vedere il soffitto ed i mosaici e a chiedermi spiegazioni su quello che vedeva.
I bimbi sono così curiosi di tutto che rispondendo ai loro perchè cogli cose che non avresti mai preso in considerazione.
Sono ripetitiva, lo so, … ma rimarco il fatto che è stato tutto emozionante.
L’omelia mi risulta rinfrancante e piena di riferimenti che non conoscevo e quindi un momento di pura catechesi. Una frase mi colpisce “…dobbiamo nasconderci nelle piaghe di Gesù perchè tutti noi nella vita abbiamo come Lui delle ferite fisiche o psicologiche o morali …” Non vorrei sembrare una fanatica (perchè non credo di esserlo) ma in quell’ora mi sono sentita una cristiana nonostante tutti i difetti che non riesco a trasformare in punti di forza da offrire insieme alle mie paure ed incredulità!
La prossima volta che saliremo a Roma abbiamo già fissato un altro obiettivo … altro viaggio altra basilica!!!!

Annunci

6 thoughts on “un luogo ed un’emozione …

  1. Ma perchè non mi avete chiamato??? Lavoro in sede…ossia a pochi “metri” dalla vostra casa romana; vivo a pochi “chilometri” da San Paolo (e ci vado regolarmante senza nè cartine nè navigatore ormai); domenica ero in un’altra chiesa (da sola) anch’io alle 10,30!!!! 😦
    Che peccato potevamo davvero rivederci in uno scenario incantevole……e poi….ci sono tanti posti che potevo suggerirvi….non così noti ma ugualmente suggestivi!
    Insomma sono un pò triste di questa dimenticanza……spero però che i tuoi controlli siano andati bene!
    Un abbraccio, Milena

  2. Come dimenticanza?!?!?! Ma se ti ho pensata tutto il tempo!!!! E’ che non ci sentivamo da un sacco e non sapevo come eri messa e come ci saremmo sistemati con gli orari e con la PPDC!!!!Sicuramente non mi ricordavo che abitavi da quelle zone questo si!!?!?!
    :(:(:(:(:(:(:(:(:(:(:(:(:(

  3. Va be….ti perdono! 🙂
    Effettivamente il finesettimana è sempre un tran tran tra arrivi, partenze e le mille cose da fare per casa e non….ma casualmente questo è stato tranquillo!
    E per vendicarmi e farti “rosicare” un pò ti dico che sabato sera sono stata alle Scuderie del Quirinale a vedere la mostra “guidata” di Caravaggio! 🙂
    Comunque…quando torni da queste parti…fammi sapere….se posso…ci incontriamo volentieri e mi candido anche a farti un pò da guida turistica nella capitale! Tu non lo sai….ma in questo sono diventata molto brava! 🙂
    Un bacio a tutti voi.
    A presto, Milena

  4. Bello,anni fa quando vivevo a Roma abitavo proprio sopra la Basilica di San Paolo e conosco bene quel parco quante giornate ci ho passato!

  5. Adesso si che rosicoooooooooooooooo!!!! Considera che siamo intenzionati a tornare molto presto anche perchè il maritoTrasfertista sa quanto amo questa città e per vedermi contenta mi riporterà lì anche senza dover aspettare motivi di salute ;).
    P.S. Giovedì sono stata a casa con gola arrossata e febbre; venerdì dopo la gastro ero distrutta ed il mal di testa è cessato solo a sera tardi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...