le parole …


Ieri scappando scappando sono riuscita a portare la PPDC al parco dove c’erano le mamme di altre tre amichette di asilo che già da un bel pò saltavano e giocavano. Avevo quasi il fiatone ma ero contenta di esserci riuscita e di vedere la gioia della PPDC che non vedeva l’ora di unirsi al gruppetto. Le altre mamme sono nettamente diverse da me ed erano già un gruppetto abbastanza affiatato (dalle battute che si scambiavano e gli sfottò che si facevano). Parlavano della prossima festa di compleanno e di come organizzarsi con il regalo da fare ed altro … e con l’occasione mi fanno “tu non hai portato mai la PPDC ai compleanni?!?!?Perchè?!?!” … Lavoro full-time fino alle 17.30 circa poi rientro insieme ad altri colleghi in città verso le 18 (facciamo car-sharing per risparmiare sulla benzina/diesel che sia!) . Alcuni giorni a settimana (quando il maritinoTrafertista è fuori) devo rientrare in città prendere la PPDC che mi aspetta a casa dei nonni e cominciare l’altra parte della mia giornata da mamma, moglie e donna di casa. Tutto questo non è bastato … mi sono sentita dire “eh ma la porti alle 18” … mi sono sentita mortificata … lo so che se non ci si passa è difficile comprendere (le tre mamme non fanno la mia stessa giornata) però quelle parole mi hanno aiutata anche a capire che la routine di tutti i giorni mi aveva buttata in una sorta di apatia che mi aveva fatto tralasciare tante cose belle per mia figlia! Ci vuole tanta e sapiente organizzazione … ma ce la posso fare … soprattutto ora che le giornate di sole ti aiutano a stare fuori. Certo … ora non posso “recuperare” il tempo passato ma posso riorganizzare quello futuro facendo tesoro della diversità di altre mamme che possono darmi uno stimolo a fare di più per la mia PPDC! Devo fare molta autocritica per non farmi “deprimere” dalle cose che comunque vanno fatte … che siano lavorative o no.

Anche ieri HO IMPARATO TANTO E RINGRAZIO anche per questi momenti che mi fanno crescere come mamma e donna!

Annunci

4 thoughts on “le parole …

  1. a noi mamme lavoratrici a tempo pieno dovrebbero conferire le medaglie, altro che sentirci in colpa.
    fortuna che non c’ero altrimenti le avrei fatte un mostro.

  2. Marì….è segno di grande maturità personale, secondo me, riuscire a trasformare tutto in modo da cogliere il messaggio positivo delle cose che accadono. Anche se farsi capire dagli “altri” è giusto! 🙂

  3. io spesso vedo delle nonne che accompagnano i bimbi alla festa i tuoi nonni non sono disponibili? o s ei tu che ti senti a disagio a chiederlo? purtroppo non si può fare tutto le giornate sono solo di 24 ore e se lavori tutto il giorno non è che ti rimane tuto stò tempo un abbraccio

  4. @supermamma: i nonni si erano proposti ma vorrei essere io a seguire la PPDC nelle feste o in qualche attività pomeridiana…non posso demandare tutto a loro! La cosa più scoraggiante è che, nell’azienda dove lavoro, le richieste di part-time di altre mamme lavoratrici sono state accodate ad altre e non accontentate … del resto l’azienda ha l’ultima parola anche in questo!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...