Giovedì internazionale: cena greca!


Ci siamo! Oggi è già giovedì e stasera tocca inventarsi una cena internazionale!!!
Pensando e ripensando ho subito trovato il paese che ri-“visiteremo”: la Grecia (per il racconto delle vacanze greche vi rimando alla sezione del blog “I miei Viaggi” dove troverete i tre post che raccontano i giorni in Grecia a cominciare dal primo con il titolo “il primo giorno del rientro …”). La PPDC ancora ne parla ed ogni volta che sente la parola “Grecia” subito riporta qualche ricordo suo di quei giorni! Ecco perchè credo che sia importante, quando è possibile (!), far viaggiare i bambini.
La ricetta che ho imparato a fare al villaggio durante l’ora del corso di cucina greca è stata la spanakopita una pita(pizza) rustica greca con gli spinaci. La ricetta che si avvicina più di tutte a quella seguita durante quell’ora greca 🙂 è questa ed aggiungerei magari un contorno come il briam con patate e zucchine.
Quest’ultimo piatto di verdure è molto semplice da fare … non ci credete? Eccovi la ricetta di seguito.

Ingredienti
patate, zucchine, pomodori (io userò quelli a pezzetti), spicchi d’aglio, prezzemolo, tazza d’olio d’oliva, sale e pepe.

Preparazione
Pulire e lavare le patate e le zucchine. Le patate vanno tagliate a fette rotonde, le zucchine in fette lunghe. In una teglia stendere una fila di zucchine. Salare, pepare e aggiungere la metà del prezzemolo e dell’aglio tritato. A questo punto bisogna tritare i pomodori e versare la metà sulle zucchine. Continuare con una fila ancora di patate e di zucchine ed infine ricoprite con l’aglio, il prezzemolo e i pomodori. Salare, pepare e versate sopra l’olio ed una tazza d’acqua. Lasciare cuocere al forno per 40 minuti circa alla temperatura di 180 gradi.

Visto che l’ultima volta mi ero ripromessa di aggiungere anche del materiale “didattico-ludico” da sottoporre alla PPDC sul tema della serata scelta, ho pensato:
1)disegni sui personaggi delle olimpiadi;
2)un lavoretto semplice per realizzare la bandiera olimpionica (quella inventata dal carissimo Pierre De Couberten) con i cerchi di carta colorata;
3)raccontare la storia dei tedofori che portano, durante la cerimonia di apertura dei giochi olimpici, la fiaccola che accenderà il braciere situato nei pressi dello Stadio olimpico ospitante le Olimpiadi;
4)stampare dei labirinti che sono un ottimo esercizio di pregrafismo come questo.
Per i disegni ne selezionerò qualcuno da questo sito.
Il tempo mi manca ultimamente quindi non so organizzare queste idee nel migliore dei modi e quindi mi devo accontentare e ottimizzare quello che riesco a recuperare e stampare 🙂 Che ne dite? Avete altri suggerimenti?

Annunci

25 thoughts on “Giovedì internazionale: cena greca!

  1. Ieri sera è stato un successone!!!! Soddisfazione dei piatti veramente semplici e gustosissimi sia dei lavoretti che siamo riuscite a fare io e la mia campionessa olimpionica 🙂

  2. Ah ….. la Grecia, l’ Antica Ellade, la Patria di Omero e di Socrate e di tanti altri, Lady @Soli, che fanno parte integrante della mia carne e della mia anima, ormai indelebilmente ! Sì, quella terra di vigneti ed oliveti sotto un clima dolcissimo, quella terra che si rispecchia “epì tòn oìnopa pònton”, è la “mia Patria Ideale”, Amica mia !
    Appena potrò, leggerò attentamente ed ammirerò i tuoi resoconti di viaggio e di intenti, ma già da adesso ti ringrazio per aver risvegliato in me quella irredimibile memoria !
    A presto Lady @Soli !

  3. @Ser Bruno devo conoscerti meglio!!!! 🙂 Se solo si potessero inserire anche i caratteri della Grecia Antica avrei letto la frase con una certa enfasi 🙂 … Qualche giorno fa ero in libreria ed una signora cercava l’Odissea e/o l’Iliade per ragazzi (!!!!!…non ricordo l’edizione mannaggia a me!!!)… non vedo l’ora di poter leggere un poema del genere alla mia PPDC così da riassaporare anche io i tempi del “mio” ginnasio!!! Che nostalgia …

  4. Oìnos ( dall’ arcaico ‘vìnos’ ) = Vino, e vino rosso ;
    -opa ( da una radice del verbo ‘orào’ = vedo ) = suffisso che indica ‘aspetto’ ;
    “oinopa” = dall’ aspetto vinoso, rosseggiante ;
    pònton = mare .
    epì = sul, sullo, sulla
    tòn = il
    “Epì tòn oìnopa pònton” = sul mare che sembra rosseggiare ( al tramonto ) .

    N.B. Scusami, Lady @Soli, la mia inveterata passione per il Greco antico ! Lungi da me qualsivoglia pedanteria ( e perche poi, a che servirebbe ??? ), mi affascina il suono di quelle parole . Ed hai ragione Tu, sarebbe un piacere poterle vedere, anche in un PC, scritte nel loro segno alfabetico originale, compresi gli ‘accenti’ e gli ‘spiriti’ sulle vocali !
    A presto, Amica mia !

  5. Tu pedante!??!?!? Chi osa dire ciò!??!!? Questa è casa mia e qui comando io 😀 ed a me piace molto quello che scrivi. Alla prossima!

  6. ma sembra davvero buonissima,
    poi io amo questo genere di cose!!!
    poi la Grecia è la mia patria spirituale,
    allora per augurarti buon sabato ti lascio questa bella musica!!!

  7. Ehhhhh il sirtaki…..anche quello ho imparato a ballare al villaggio greco!La Grecia è una terra splendida molto simile alla mia Calabria (sede della Magna Grecia) e come essa afflitta dalla presenza di uomini avidi di soldi più che di ideali e valori!

  8. Ah …… Amiche mie !
    Quanto mi piacerebbe ballare con te Lady @Soli, e con la tua Amica ( e mia ) Lady @Sabby, un tenero, allegro, stradarolo, romantico, accattivante, ritmico Sirtaki, “sdimenticando” con quelle antiche evoluzioni di corpo e anima ogni inquietudine, ogni malinconia, ogni rimpianto !!!

  9. il sirtaki è un ballo meraviglioso, che in un viaggio in Grecia ho ballato con passione,
    se volete vi dò delle ripetizioni!!
    cavaliere@ mi scusi se mi permetto..ma invita anche me??? così bello trovare un signore elegante e raffinato in un blog!!!

  10. Ma certamente Lady @Kia !
    Quando c’ è da condividere gioia di vivere e pensieri allegri, ad onta di tutto quello che di miserabile ci circonda, “più siamo e meglio stiamo” !!!

  11. Non mi posso allontanare che già si organizza un corso di sirtaki di gruppo a mia insaputa!!! 😀
    Visto che tale ballo si fa in gruppo creando un lungo abbraccio tra più persone … benvenuta @kia tra di noi 🙂 !

  12. fantastica ricetta!!!!ho già l’acquolina in bocca!
    beh..la Grecia….,magari sarà la mia prossima tappa….nel mio girovagare per il mondo!!!
    deve esser incantevole…,non solo per i suoi luoghi ameni ed il suo sole, il suo mare ed i suoi templi, ma soprattutto per la sua antichissima tradizione….(che sembra ancora aleggiare in ogni dove)…
    i suoi miti, il suo onore(nelle tragedie greche viste a giugno scorso a Siracusa…..mi son persa in tutta quella eleganza, in tutta quella misiticità, in tutto quell’impeto!(gli eroi, gli dei, il fato…,e quei bellissimi versi….poetici,malinconici e forse…troppo dimenticati))…

  13. Dimenticati da chi non conosce la ricchezza che può restituire una tragedia greca o la sua moderna rappresentazione! Vorrei trovare anche il modo ed il tempo di riappropriarmi della filosofia dei primi greci oggi così attuali!!!! Mi state facendo venire voglia di riprendere in mano tanti “vecchi” libri che ho lasciato nella mia libreria a casa dei miei genitori!!!!
    Mmmmmm…mi state ispirando qualche altro post….spero futuro 🙂

  14. Riprendi quello Studio ( ora, non più Studio ma passione libera e irrefrenabile ), Lady @Solitamente, riappropriati di quel Mondo ch’ è sempre tuo ed è immutabile nel tempo !
    Disse Ser @Goethe, un giorno : “Classico ??? E’ sentirsi riscaldato dallo ‘stesso’ Sole che riscaldò Omero” !

    Ps. Se vuoi inoltre leggere bei libri ( sono dei gialli sorprendenti ! ) che, arcanamente, ti riavvicinino a quella Civiltà imperdibile dell’ Antica Grecia, acquista e leggi, ove Tu non l’ abbia già fatto, la serie di Libri che ha scritto Margaret Doody, una Insegnante dell’ Università di Toronto . Sono una serie di Libri editi dalla “Sellerio”, ciascuno di costo contenuto, ognuno intitolato “Aristotele e …… ” . Il primo è : “Aristotele Investigatore” . Sono affascinanti indagini che il Filosofo, qui “vivo” come in nessun libro studiato, intraprende per venire a capo di misteriosi delitti ad Atene o altrove, il tutto nella collocazione storica ( esattissima ! ) di Alessandro Magno appena sbarcato in Asia per inseguire il Potere Persiano dopo aver riunificato l’ Ellade con il Regno di Macedonia !
    La magia, inarrivabile, di questi libri prodigiosi, stà nel fatto che Margaret descrive “la quotidianità greca de tempi, con un’ impressionante, dettagliata ( oltrechè ‘documentata’ storicamente e archeologicamente ) “stupefacente precisione” . Io stesso, che lo studio del Greco non l’ ho mai abbandonato, talvolta insegnandolo ( come da Luglio u.s. ad un Ragazzo di 16 anni ), mi sono andato a rivedere i libri di Storia, di Filosofia e di Archeologia per verificare quello che la Scrittrice descriveva come se stesse parlando di una festa di paese di oggi .
    Stessa cosa hanno fatto i maggiori Critici e Storici del Mondo, pensando di poter prendere in castagna, per qualche invenzione di romanziera fantasiosa, la Signora Doody, restando con le pive nel sacco : tutto ciò che Margaret ha scritto è documentabile . Le storie poliziesche sono di fantasia ( ma fino ad un certo punto ! ), i contorni e le minuziosità quotidiane di quegli antichi popoli, stepefacentemente veri !!!
    Leggene uno, e poi mi saprai dire !!!

  15. Ho tutte le intenzioni del caso! Se solo avessi un pò di tempo in più …
    Per le tue proposte di lettura … vado IMMEDIATAMENTE sul web!! Mi hai incuriosita tantissimo!
    Grazie, Grazie ed ancora Grazie!

  16. Grazie a te Lady @Soli, poichè la condivisione di bellezza e conoscenza, è un piacere reciproco !
    Sì, di Margaret Doody e del “suo” ( ma innegabilmente, nostro ! ) Aristotele rimarrai affascinata !
    Avendo prestato in lettura al Ragazzo a cui sto insegnando il Greco Antico i primi due Libri della serie ( rispettivamente, “Aristotele Investigatore” e “Aristotele e il Giavellotto fatale” ), ti scrivo la prefazione del 3° Libro, “Aristotele e la Giustizia Poetica”, che fa così :

    “Ispiratemi, acque della sorgente Castalia, affinchè possa pronunciare parole di buon auspicio ! Ascoltatemi, Talìa e Melpomene, Muse dimoranti presso la sorgente dell’ Ippocrene, e parlate per mio tramite, affinchè possa raccontare nel modo più giusto la mia straordinaria storia ! Essa tratta di torti fatti a Fanciulle di nobili natali, di omicidi e di salvataggi, di miniere d’ argento, fantasmi e peregrinazioni . Concedetemi di rendere chiara la verità, benchè sia stato il mio Maestro Aristotele a portarla alla luce ! Concedetemi di rendere a lui il meritato onore ! E possa io celebrare anche il grande Oracolo di Delfi !
    Lode ad Apollo” !

    Chi parla, è Stefanos, un Ragazzo sveglio che fà da spalla al “Detective” Aristotele, chiamato ad indagare su alcuni delitti, un giovane allievo del Filosofo di Stagira che, aiutandolo nelle indagini ( Aristotele, è già sessantenne, un’ età allora assai avanzata ), riceverà da questo irraggiungibile Maestro affetto, consigli preziosi e perle di saggezza !

  17. Sei un pozzo di conoscenze da cui attingere a piene mani! Ho già segnato nella mia personale lista di libri da comprare “prossimamente” il primo della serie di Margaret Doody … ma già dalla prefazione che tu mi riporti (ho letto quella del primo libro sulla rete!) mi accorgo che ogni riga è densa di riferimenti storici e/o mitologici ormai “riposti” in qualche angolo della mia memoria “scolastica”! Ma ce la posso fare!???! Io ci provo poi ai posteri l’ardua sentenza 🙂

  18. mamma mamma che meravigliaaaaaaaaaaaaaaaaaaa…..
    beh….io divoro i libri…,ma credo che questi…vadano assaporati pian pianino..per non perderne nemmeno un significato, un riferimento sottile o un’espressione antica!
    che bello….,rivivere anche se solo con la mente in quei luoghi,sentirne i profumi, toccarne la sacralità….
    grazie(al cavaliere e a solitamente) per tutti questi spunti!

  19. Ecco un’altra Lady conquistata dalla cultura gentile e squisita del cavaliereerrante 🙂 … chissà che errando errando Ser@Bruno non pensi di mettere sù un blog per avere sempre nuovi spunti di lettura e/o approfondimenti!

  20. Sì, me l’ hanno chiesto in tanti, Lady @Soli, ma il mio destino è vagare di landa in landa, ed in Blog dove ci si scambino emozioni e condivisioni sincere, attraverso un confronto, che sia leale, di passioni e ricordi, di conoscenze e inquietudini ! E poichè questo di solito avviene, ad esempio qui da te o in altri spazi che mi sono cari, non sento il bisogno di diventare Blogger al momento !
    Ma grazie per l’ attenzione e per aver fatto tuo un mio ‘errante’ consiglio ! Vedrai che la lettura di Lady @Margaret, è tanto affascinante e sorprendentemente ‘colta’, quanto assai facile a seguirsi, in ciò aiutando la trama poliziesca dei libri che scrive, e l’ ansia che tutti abbiamo in noi di arrivare a conoscere la verità di un delitto !

  21. Ehilà 🙂 per curiosità cerco sul tuo blog la tua ricetta chissà che sia diversa in qualcosa! Baci anche a te 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...