Oggi San Martino


Ed io penso subito ad un sacchetto di caldarroste calde calde e profumatissime magari assaporate vicino ad un camino ed in compagnia delle persone che ami mentre brindi con un bel bicchiere di vino novello 😉
Non ho ricordi particolari di questa festa perchè non è nella tradizione della mia famiglia ma mi piacerebbe almeno raccontare alla Ribelle un piccolo aneddoto o leggenda come quella in cui:

San Martino, in una grigia giornata d’autunno, mentre usciva da una delle porte della città francese di Amiens, dove viveva, Martino vide un povero vecchio, mezzo nudo e tremante per il freddo. Preso da pietà sguainò la spada, tagliò il suo bel mantello di lana e ne diede la metà al povero per coprirsi e scaldarsi. Subito il sole spuntò nel cielo proprio come in una calda giornata estiva. Per questo si chiama “estate di S. Martino” quel periodo agli inizi di novembre in cui spesso la temperatura è più mite.
Quella notte, in sogno, Martino vide Gesù avvolto in quel mezzo mantello che gli sorrideva riconoscente e gli restituiva la metà di mantello che aveva condiviso. Udì Gesù dire ai suoi angeli: “Ecco qui Martino, il soldato romano che non è battezzato, egli mi ha vestito.” Quando Martino si risvegliò il suo mantello era integro. Il mantello miracoloso venne conservato come reliquia, ed entrò a far parte della collezione di reliquie dei Re Merovingi dei Franchi.

E voi? Avete qualche ricordo speciale da condividere? Fosse anche una semplice ricetta 😉

Annunci

5 thoughts on “Oggi San Martino

  1. è bellissimo ricordare questo episodio…,grazie Soli….
    la bontà di questo Santo (un pò come la parabola de “il buon samaritano”)ci insegna…che non serve far cose eclatanti….,che non serve esser incredibili…,basta “veder” ciò che ci circonda…,non solo “stare a guardare”..o troppo di fretta…,passar di fretta….incuranti…di chi…magari avrebbe solo bisogno di parlare un attimo, un pò di compagnia…o solo un sorriso…
    a me capita di notar tutto ciò…ed ogni giorno…(ad esempio ogni giovedì ho delle cose da sbrigar e passo da una signora…E SAREI VERAMENTE DI FRETTAAAAAAA!!!ma due settimane fa….mi dice “non ho pane e latte…”, scendo, le prendo ste cose,le metto in ascensore e scappo via…,sono stupidaggini..PER NOI…, ma son cose che …scaldan come un morbido mantello..per chi..non è affamato solo di cibo…,ma d’amore…,d’affetto…,di una tenerezza….o di una parola….)
    che bella..questa storia…,il tepore dell’estate di san Martino..dovrebbe scaldarci l’anima ogni giorno…,permetterci di veder “in chi ci sta vicino”..quell’uomo infreddolito…e, a modo nostro..abbracciarlo…,e per quel che possiamo…ridargli l’estate di un sorriso…
    un bacio.

  2. Sai cosa più mi colpisce di più mia cara amica? San Martino….era un “non battezzato”, “il samaritano”…era un “diverso”dagli altri,…e ciò si può notare per molte altre testimonianze …
    Queste grandi persone…non sono persone irreprensibili, non sono grandi “fedeli”(molti eran di altre religioni…)…,eppure coi loro gesti, col loro senso di “giustizia” in realtà..diventan esempio di vita…,il loro “buon cuore”…li rende tutti…operatori d’Amore…

  3. @Heka: hai colto tutti i miei pensieri mentre rileggevo di questo racconto! E sono queste le riflessioni che viorrò passare alla Ribelle stasera. Anche se i bambini sono portati per loro naturale propensione alla Bontà ed al Sorriso … a tal proposito ricordi quando Gesù richiama a sè i bambini che gli apostoli volevano allontanare dal Maestro?! … bene fanno un gran bene questi racconti perchè soprattutto sono stati VISSUTI realmente!

  4. Ieri notte, come tutte le notti, ho pregato. Le mie preghiere sono sempre rivolte a Gesù e l’unica cosa Gli chiedo, da ormai 11 anni a questa parte, è di proteggere i nostri figli. Non parlo solo dei miei, ma di tutti i figli del mondo… Non voglio niente per me, sono un adulto che pecca e che dopo chiede perdono. Ma per i bambini divento sfacciata e Gli chiedo tutto!!! Protezione, salute, amore, serenità… Per Rebecca ho pregato fino a farmi salire le lacrime e quando durante la giornata mi salivano in mente dei bruttissimi pensieri, Gli chiedevo scusa perchè sapevo che Lui non avrebbe mai permesso che una bambina stupenda e forte come lei, ci lasciasse… e molto probabilmente Lui ha già dei progetti per questo suo Miracolo meraviglioso… me lo sento. Scusami Solit, sono uscita leggermente fuori tema, ma non c’era verso di fermare questa mia mano sulla tastiera…. 😉

  5. @Mapy: perchè mai fermare la mano in questo angolo!! Pregare è l’unica arma che abbiamo per chiedere, chiedere e chiedere 😉 mai stancarsi Amica Mia. Spero che Rebecca stia bene e voi con lei!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...