Archivi

Chiedere … semplicemente chiedere

Eppure questo del “chiedere” è un concetto semplice!
Se non ci se la fa a fare una cosa … beh basta chiederla o no!??!?
Per me, abituata a fare le cose da sola (per avere forse tutto sotto il mio pieno controllo) egoisticamente da sola e non lasciare spazio ad altri … non è poi così semplice!
Ma sto imparando a piegarmi, a piegare i miei modi di vedere le cose per riuscire a modellarli a mio favore e perdere tutta questa rigidità mentale.
Perché è vero che gli altri mi vedono solare e disponibile ma devo imparare ad esserlo anche con me stessa …. solo così posso dare agli altri nel migliore dei modi.
I quarant’anni che vedo avvicinarsi (senza timori!) … saranno forse il regalo che volevo per diventare finalmente “adulta”!?!?
Non temo questa meta :), per me è un momento per riuscire a guardare la strada fatta ed esserne felice, soddisfatta. Nonostante le piccole buche e la poca manutenzione sono arrivata fin qui ed ho tutte le intenzioni per continuare a farne altra 🙂 … Se continuerete a leggermi ve la racconterò cercando di descrivervi a “modo mio” il paesaggio, il tempo incontrato, le nuvole diradate a furia di sbuffi 🙂 … i colori ed i raggi del sole.
Auguratemi solo “buon viaggio” 😉

Annunci

Un nuovo anno

Non mi piace stilare una lista di quel che vorrei per questo nuovo anno … a me piacciono le sorprese … quelle belle però! Lascio carta bianca a tutto quello che vorrà essere ed esserci pregando solo per avere la forza di sostenere tutto quel che succederà 🙂
Vorrei mettere un punto e girare pagina … quello sì! E se la mia volontà non fa cilecca … so che insistendo ce la potrò fare anzi ce la devo fare!
Sono stati giorni duri soprattutto quelli degli ultimi mesi che mi hanno vista lontana da questo blog perchè con niente da voler scrivere … ma da oggi si riprende! Chissà chi c’è che ancora ha aspettato questa mamma blogger sciagurata che ha lasciato i suoi amici così soli!!!
Ed allora … si riparte 🙂

Ci sono riuscita!

Uscendo dall’ufficio ieri mi sono impuntata ed ho cercato di fare (o recuperare?!) qualcosa con la mia Ribelle alternando cose che avrei dovuto fare io (scegliere mattonelle rivestimento cucina e spesa) con altre dedicate esclusivamente a lei!
E, sembrerà strano, ma non solo abbiamo fatto tutto quello che mi ero prefissata ma siamo andate a fare anche merenda al mc donald’s a base di schifezze che ogni tanto ti riempiono con soddisfazione lo stomaco :). Ma soprattutto abbiamo chiacchierato e sono riuscita ad ascoltare i suoi racconti della giornata!
Tornate a casa, ho sistemato spesa, preparato cena per il PP (ed imboccato) e fatto persino la torta soffice che mi aveva conquistata ieri sul blog di Renata 🙂 … anzi provatela perchè è veramente OTTIMA!!!
Devo impuntarmi più spesso, che dite????

Il primo dentino … fa capolino :)

In questa giornata di pioggia, che non sta avendo una grande influenza negativa come succedeva tempo fa (!), ho una gran bella notizia per festeggiare un’altra tappa della crescita del Piccolo Principe 🙂 … avete già letto il titolo del post quindi avrete capito.
Ieri sera mentre lo imboccavo ho sentito uno strano tintinnio … e così con grande meraviglia (la Ribelle mise il suo primo dentino dopo l’anno) ho potuto sentire e vedere una piccola parte del primo dentino fare capolino!
Che bella emozione! 🙂 Me lo sono sbaciucchiato tutto e poi ho chiamato a raccolta il resto della famiglia che ha gioito e fatto applausi … Il protagonista era tutto “sorridente” e contento di questa festa ma naturalmente tutto per lui è stato un bel gioco divertente 🙂

Ed io … in tutto questo sono sempre più Feliceeeeee 🙂

Volere è potere

In questa mia continua ricerca per capire come si può essere felici nel quotidiano :), sto riflettendo su tanti pensieri che ora sono sequenziali e più ordinati … è come se stessi unendo piano piano i puntini che si vanno enumerando.
Lo so forse è un concetto un pò arzigogolato ma solo usando questa metafora riesco a trasferirvi il mio stato d’animo di questi tempi (?!).
La cosa strana è che proprio ora che sto cercando di dare fondo alla mia forza di volontà e costanza, mi sento messa alla prova.
E così stamattina tra le newsletter arrivate nella casella di posta elettronica ho trovato questa citazione:

“…quando sono debole, è allora che sono forte » (2 Cor 12, 9-10)

L’ho vista come una risposta ad un mio momento di dura prova di sopportazione di una situazione non benaccetta e che devo trasformare in qualcosa che mi possa rendere debole (la mia mente umana razionale che mi fa pensare a quello che mi da noia e fastidio) per essere più forte nell’animo.
Mmmmmmmm….mi sono alzata filosofa più che mai, vero!??! Eppure in questo che vi scrivo c’è tanto bisogno di serenità conquistata anche “con i denti e le unghie”….
…..chissà se mi son fatta intendere!?!?! 🙂

La lista dei desideri …

Ieri la mia Ribelle (non ve ne sto parlando più, vero!?!?? Devo riprendere il filo del discorso 🙂 ) riceve in regalo due mini-quaderni delle principesse e sfogliandoli la vedo pensierosa. Poi durante la sera, salta sul lettone dove eravamo io ed il PP intento a ciucciare dal mio seno e prepararsi al mondo dei sogni e mi chiede “mamma, come posso usare questi quadernetti?” ….
Mmmmmmm mumble mumble … gli ingranaggi della mia testolina hanno cominciato a girare e la lampadina si è accesa 🙂 “che ne dici se uno lo usi per scrivere dei bigliettini alle tue amiche e l’altro lo trasformi in una lista dei desideri???” Inutile dirvi che l’idea le è piaciuta tantissimo … solo che ora sono proprio curiosa di chiederle se mi fa sbirciare sul secondo 😀 😀 😀
E voi? L’avete una lista dei desideri? …

Prima o poi ….

Prima o poi arriverai lo so …. ma è così dura aspettare questi “ultimi” giorni.

Cerco di distrarmi ma il trascorrere una giornata a casa senza riuscire a spostarsi più di tanto … beh ora mi pesa ancora di più. La mattinata vola visto che la Ribelle ha cominciato ad andare a scuola: seconda scuola primaria!!!

Vederla entrare sicura quest’anno e così contenta di rivedere compagni, compagne e soprattutto maestre mi ha riempita di felicità ed orgoglio. Pensare a quel primo giorno di scuola di un anno fa mentre tra le lacrime la lasciavo mano nella mano della maestra e sperando che tutto si sarebbe risolto dopo giusto qualche secondo.

Nel frattempo la mano mi si poggia sul pancione preminente dove ci sei tu, mio Piccolo Principe, che non hai voluto farmi mancare a quest’altro giorno importante di tua sorella 🙂 . L’ho capito sai!??! Stai aspettando il tuo giorno 🙂 che non è quello scelto dalla tua sorellona (18 settembre 2012 di ben 7 anni fa!) ma il tuo e di nessun altro 🙂

Ieri pomeriggio, scappando dalla piccola festicciola improvvisata per la tua sorellona che ti vuole aspettare per festeggiare con i suoi amichetti e contornata dalla presenza dei tuoi nonni e poi dei tuoi zii, sono riuscita a vederti e scoprire nuovamente il tuo profilo più pronunciato 🙂 oggi hai più di 9 mesi di vita e secondo la stima dell’ecografo dovresti essere lungo intorno ai 55 cm e pesare 3,7 kg circa.

La tua mamma aspetta qualche segnale che le faccia capire che il grande giorno è arrivato…pazientemente o quasi…

Lo so che nascerai in un modo o nell’altro … ma io non vedo l’ora di poterti vedere FINALMENTE dopo tutti questi mesi!!!

Ok, ok … devo lasciarti carta bianca e vedere cosa succede fino a venerdì. Dopo ed eventualmente dovrò ricoverarmi ed essere tenuta sotto controllo dai medici dell’ospedale che decideranno il dafarsi.

Oggi è mercoledì e ci sono ancora un pò di giorni da qui a sabato mattina 🙂 quindi confido in te 😉

A presto Piccolo Principe!