Archivio tag | scuola

Riassumendo …

Fra poco meno di tre giorni la scuola primaria chiuderà i battenti ed il primo anno della mia Ribelle non poteva andare meglio di quanto non sia stato!
Sono felice di aver visto una bimba impegnarsi nei compiti ed essere così volenterosa nell’apprendere a scrivere, leggere e fare di conto.
Ha imparato piano piano le lettere dell’alfabeto per poi scrivere intere paroline così come le venivano in mente. Ha continuato la salita 🙂 imparando a scrivere intere frasi e dettati lunghi.
Oggi sa cosa significa apostrofo ed accento 🙂
Oggi sa cosa significa addizione e sottrazione 🙂
Oggi sa quanto bella sia la Scuola … quella con la S maiuscola; quella che la faceva alzare contenta nonostante la sveglia di casa!
Quella Scuola dove trovava una maestra con il sorriso ed affettuosa e dei compagnetti vispi ma di compagnia!
Riassumendo…..sono felice di aver potuto vivere momento per momento questa nuova avventura da mamma di una splendida bimba di 6 anni.
….
Ora … proprio per essere sincera fino in fondo sono felicissima “soprattutto” che la scuola finisca per avere anche io un pò di tregua dal ritmo giornaliero. Finalmente un pò di pausa anche per me!!!!!!!!!!! 🙂
…giusto un piccolo consiglio … mi aiutate a fare un programma di massima per riuscire a non far annoiare una bimba di 6 anni con un’intera giornata a disposizione????? eh eh … spero di avere il tempo per riorganizzarmi 😀

Annunci

Il troppo storpia … ma il “nulla”?

Scrivo questo post per riflettere insieme a voi e capire cosa fare.
Scendo nel particolare 🙂 … l’argomento in questione è “attività extra-scolastiche“.
Chiacchierando con altre mamme tra una festa di bambini ed un’altra sentivo nuovamente chi portava il figlio o la figlia in piscina, chi a fare musica, chi al mini-basket .. insomma tutti i bambini sembravano essere impegnati in almeno un’altra attività extra-scolastica. La mia Ribelle … si rifiuta e finora non ho voluto insistere più di tanto visto che era un momento delicato quello in cui iniziava una nuova avventura: imparare a leggere, scrivere e fare di conto.
Ora però che le maestre mi hanno tranquillizzata e so che lei si trova bene a scuola (del resto si vede lontano un miglio quanto sia contenta di andare a scuola la mattina!) mi domandavo se non fosse giunto il momento di spronarla magari a fare inglese: una sua vera passione dello scorso anno.
Del resto dovrei capire come fare … ma sono bravissima ormai ad incastrare orari di ufficio ed orari di vita :D. Ma il punto è un altro … dovrei incoraggiarla (leggete “trascinarla”) a capire cosa le potrebbe piacere fare? O lasciarla stare e pensare di far decantare questo tempo ed aspettare un suo “mammaaaaa mi piacerebbe fareeee …”?
Ma quanto è difficile fare il genitore … me l’avevano detto ma scoprirlo passo dopo passo è tutta un’altra cosaaaaa 🙂

Biscotti di Halloween

Ore 17:45 circa … io e la Ribelle ci dirigiamo verso il locale dove si terrà la prima festa di compleanno di una sua amichetta della nuova classe.
Naturalmente io mi sono precipitata dall’ufficio fuori città verso casa dei miei, base di atterraggio dove il pomeriggio la Ribelle trascorre il pomeriggio dalle 13 circa in poi.
Naturalmente, la Ribelle aspettava me per cambiarsi per la festa dalla serie “la Mamma è sempre la Mamma!!”.
Svolti tutti gli ultimi preparativi ci dirigiamo al centro commerciale dove sarà la festa 🙂 Continua a leggere

A distanza di un mese …

Beh posso dirmi soddisfatta del grande inizio della Ribelle nel mondo della Scuola Primaria 🙂
La vedo allegra e felice di andare a scuola (nonostante i capricci sul cosa mettersi ed il suo modo di vedere la mattina!); sbircio, sempre sotto suo consenso (!), i quadernoni dove ci sono le cose che fa a scuola ed i compiti che fa dai miei ( 😦 visto che nel pomeriggio io sono in ufficio ) in modo da parlare insieme della giornata. Lei è più aperta rispetto agli anni scorsi e volentieri mi racconta dei piccoli aneddoti che capitano nel suo mondo scolastico.
Insomma … sono serena!
La Ribelle ha trovato una maestra che le sta permettendo di imparare a scrivere in corsivo senza dimenticare il gioco ed il canto.
Sono contenta anche del fatto che ogni tot giorni lei ha un compagno o compagna di banco diversi così da instaurare un piccolo legame con tutti i vari amichetti di scuola.
Tutto sembra andar bene 🙂 … quasi ho paura di dirlo/scriverlo ricordando l’ultima esperienza con la scuola pubblica che ci portò poi l’anno scorso ad approdare al privato.
Ma per il momento mi godo la bella sensazione e scrivo “W la Scuola!” 🙂

Abbiamo iniziato …

Ebbene si! Ci siamo 🙂 è cominciato il primo giorno di scuola e nonostante il mio sorriso durbans l’ansia che avevo nascosto ben bene dentro di me mi sta tenendo compagnia!
E’ cominciato il primo giorno di scuola della mia Ribelle!!!
Nonostante l’emozione ed il suo grande entusiasmo della mattinata, al momento del distacco per la Ribelle c’è stato un momento di crisi … mi ha cercata prima con gli occhi poi allungando la mano, poi alzata ed avvinghiata a me.
E’ stato un momento di crisi anche per me. Immaginavo i suoi pensieri mentre mi guardava e mi chiedeva silenziosamente (ma con un linguaggio non verbale che conosco molto bene) di non andarmene.
Lei, da sola in una classe nuova, con nuove maestre e in una nuova struttura … poi però ho fatto come mi ha suggerito la maestra … mi sono allontanata mentre avrei voluto prenderla fra le braccia e baciarla per rassicurarla.
E’ stato così che mi sono resa conto che dovevo razionalmente lasciare alla maestra di decidere … ma avrei voluto davvero fare altro!!!!
L’orario di uscita è fissato alle 13 di oggi e solo allora saprò come è andata …
Se sono ancora in ansia è normale!??!?
Se ancora non riesco ad essere lucida in ufficio mentre i colleghi chiedono altro ed altro ancora, è normale?!!?
Odio dover stare qui mentre vorrei in questo momento essere almeno a casa e prendermi questi attimi senza dovermi costringere ad essere lucida e concentrata …
Non mi dite che per le donne è importante lavorare perchè OGGI NON E’ GIORNATA!!!!!!