racconto estivo (parte II) …


Mumble mumble…dove ero rimasta?!?!

Beh si ora ricordo … sole, mare, mega-abbuffate, relax (o quasi…ricordatevi che sono mamma di una bimba di quattro anni!!) e visite pomeridiane ad Atene!

Riguardo a queste ultime passo a raccontarvi l’Atene che la nostra famiglia e company (una coppia di amici con bimba di sedici mesi vispissima!) ha visitato durante tre pomeriggi assolati con punte di 39 °C. A questo punto posso dirvi come dal villaggio ClubMed Athenia si arriva ad Atene usando i mezzi pubblici notevolmente meno costosi dei taxi (rimando alla puntata precedente di qualche giorno fa).

Innanzitutto ci sono degli ottimi e confortevoli bus delle autolinee regionali (con tanto di aria condizionata per intenderci!) che ti portano dalle zone periferiche in centro o alle principali fermate della metro. Così, informandoci, ci portiamo alla fermata più vicina al nostro villaggio ma, non avendo la tabella degli orari, ci tocca aspettare oltre 45 minuti per beccare il primo autobus di linea utile. Proviamo, parlando in inglese o qualcosa di simile :D, a chiedere della fermata che ci interessava per poter prendere la metro (considerate che avevamo con noi la piccola guida di Atene della Lonley Planet che alla fine allegava anche una piantina della città e delle metro). Fermata richiesta Pallini per il costo di 3,40 euro. Chiacchierando tra di noi, che eravamo dislocati un pò distanti nel bus, il vicino di posto del nostro amico comincia a parlare italiano…dovevate vedere le nostre facce …è stato come se vedessimo un’oasi in un deserto desolato!!!! La bellissima coincidenza ci portò a conoscere Costantino di padre greco e madre italiana che ci ha dato un sacco di informazioni su come muoverci e soprattutto la fermata più corretta da richiedere per prendere la metro giusta. Non contento scende alla nostra fermata e ci porta alla metro vicinissima e ci spiega, cartina alla mano, il percorso che ci conveniva fare. Grande Costantino!!!!Il nostro eroe!!!!

Ci muniamo di biglietto per la metro (costo 1 euro) e ci fermiamo cambiando una sola volta alla fermata Acropolis. Saliamo in superficie e la bellezza del Partenone ci sovrasta a pochi passi da lì.

Io c’ero stata in gita scolastica durante il liceo … ma rivedere l’Acropolis è stato nuovamente emozionante…quasi avevo dimenticato l’imponenza delle costruzioni antiche.

Dopo questi primi momenti emozionanti andiamo verso l’entrata e facciamo il biglietto (costo 12 euro) che comprende quattro ticket per le entrate all’Acropolis ed ad altri monumenti di Atene. Eravamo muniti di passeggino ma in alcuni punti abbiamo dovuto lasciarlo (perchè non permesso) e farli a piedi alternando momenti con la PPDC in braccio ed altri in cui riuscivamo a convincerla a camminare con i suoi piedini.

La sudata annessa è stata ripagata dalla vista di quei monumenti sempreterni e dalla vastità della città di Atene che si espande in tantissimi ed immensi quartieri da poter/dover visitare con un pò più di tempo!!!!

Per oggi il diario di bordo si interrompe quì ma riprenderà presto 🙂

Annunci

2 thoughts on “racconto estivo (parte II) …

  1. ciao!
    meravigliosa la grecia! io conosco molte isole, mentre atene l’ho visitata solo di corsa! e sempre di corsa ti mando un abbraccio di buon rientro per scusarmi della latitanza (giustificata però!!!) degli ultimi tempi!
    smak

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...